venerdì 25 novembre 2011

fenomenologia del mandarino

Una delle prime cose che Seya ha notato quando ha iniziato l'Università era la quantintà di cibo e bevande che consumavano gli studenti.
Pacchetti di patatine, stecche di cioccolata, blister di merendine venivano quotidianamente ingurgitate dagli studenti, tutte annaffiate da dosi di caffé a livelli stellari.
Probabilmente gli studenti di matematica dei primi due anni (e pochi affezionati degli anni successivi) riescono a consumare in una settimana quanto prodotto dall'Etiopia in un mese, in fatto di caffé. Quelli degli anni successivi sono talmente assuefatti (vedi Seya) che lo hanno completamente eliminato dalla loro dieta per passare a dosi elevate di té e succhi di frutta. L'effetto è opposto ma la nevrosi diminuisce.
Seya si è subito detta "No alle schifezze" e così ha iniziato a procurarsi notevoli quantità di frutta che quotidianamente riempiono la sua borsa.
Durante il primo anno un paio di mandarini bastavano per tutta la giornata, ora la dose è drasticamente aumentata.

Oggi.

Appena entrata si accorse che metà della classe stava mangiando. brioches, crostatine, dolci vari, barrette alla frutta venivano passate di banco in banco.
Stella alza le spalle e commenta: "Colazione, perchè ti stupisci?"
Seya mangia il primo mandarino.

Entra il Prof di Geometria e annuncia che durante la pausa consegnerà i compitini della settimana scorsa. Tre quarti dell'aula, che inizialmente era ben intenzionata a seguire, inizia a mangiare e bere in modo compulsivo. Crinc-croc-crac. Crakers, grissini e pan biscotto riempiono le bocche.
Seya mangia il secondo mandarino.

Durante la pausa vengono consegnati i compiti, con tante belle parole del professore che ci invita caldamente a imparare a scrivere in italiano e lasciare il matematichese agli addetti ai lavori.
Metà classe mangia per sopperire alla delusione, l'altra per festeggiare.
Seya mangia il terzo mandarino.

Durante la seconda ora (sempre geometria), chi mangiava per delusione, continua ad ingozzarsi, gli altri distribuiscono compiti (per i controlli incrociati, ndr) e cibarie varie.
Seya mangia il terzo mandarino (con l'aiuto di Stella).

Pausa principale della mattinata.
L'aula si svuota e tutti corrono alla coffeé room per svaligiare le macchinette e tornano carichi di barrette di cioccolato, biscotti, salatini e litri e litri di caffé e té.
Seya mangia il quarto mandarino.

Terza ora (probabilità), panico generale. Il professore (Codino) corre come un forsennato per finire il programma e snocciola nozioni e teoremi come briciole di Pollicino che però non si sa dove portino.
Dieci persone in tutto cercano di seguire e annuiscono come gli animaletti delle macchine con le teste movibili, tutti gli altri si perdono e iniziano ad attaccare le barrette di cioccolata precedentemente acquistate per la disperazione.
Seya mangia il quinto mandarino.

Pausa di 5 minuti d'orologio concessa da Codino. I pochi studenti che avevano seguito mangiano e fanno merenda, tutti gli altri copiano come dei forsennati.
Seya mangia il sesto mandarino.

Ultima ora (probabilità), Codino si rende conto di aver concluso parte del programma con quasi 10 ore di anticipo rispetto all'anno scorso (che eravamo a trimestri, ndr) e chiede scusa, concedendo una libera uscita anticipata di quasi mezz'ora.
La classe si svuota e tutti corrono in mensa a mangiare.
Seya mangia il settimo mandarino.

Altri tre mandarini sono stati poi consumati durante la sessione di studio in vista dell'esame di domani.(*)


Seya

*Sì, a Matematica si fanno gli esami di sabato.

2 commenti:

la 'povna ha detto...

anche io da studentessa avevo la borsa sempre piena di mandarini. e in parte anche ora. e anche nell'altro mondo dove insegno io si fa lezione e esami regolarmente anche di sabato. e perché no, tutto sommato?!

seya ha detto...

'povna: sì, alla fine fare gli esami di sabato non dispiace poi molto neanche a me (piuttosto di farli di lunedì poi) però quando il tuo corpo freme per tornare a Ve diventa difficile concentrarsi.
Comunque, ho fatto scorta di cotognata in questo weekend quindi mi sa che questa settimana i mandarini restano fuori in balcone..



Seya