mercoledì 28 dicembre 2011

headache

Sono due giorni che penso di scrivere un bel post. Uno di quelli sentiti, profondi, che a volte mi vengono anche bene ma ogni volta che mi ci metto, improvvisamente, ecco una telefonata cui rispondere, ecco un imprevisto da controllare.
Volevo parlare dell'emozione di passare la notte di Natale in Basilica di San Marco e vedere come la luce delle candele (per poco, ma le luci elettriche sono state spente per dare un maggior senso di maestosità nel momento in cui viene esaltata la nascita del bambinello) riflettano sui mosaici dorato, emanando una sensazione di mistero e grande fascino, tipica dell'arte orientale.
Volevo parlare della gioia di stendermi sul divano, ieri sera, per guardarmi prima Mulan e poi Pocahontas, due autentici capolavori Disney, giustamente e più che correttamente inseriti nella lista dei grandi classici. Imperdibili, per me.
Volevo parlare del piacere di avere qui E, oggi, per preparare il pasticcio per il cenone di Capodanno che andremo a festeggiare in quel di Trento.
Volevo parlare di molto, forse di troppo. Ora ho solo mal di testa.


Seya

3 commenti:

Amedeo ha detto...

Mi spiace - a noi ci piacciono tanto i tuoi post riusciti! :)

Capita anche a me di avere così tanto da dire ma poi o non riuscire ad organizzarlo e quindi fallisce, oppure non avere tempo.
Vorrà dire che quando lo scriverai sarà ancora più bello ;)

la 'povna ha detto...

Povera, no! allora una stanza buia, una dormita, silenzio... e noi aspettiamo fiduciosi!

seya ha detto...

@Amé&povna: Come volevasi dimostrare mi è venuto un febbrone allucinante che però mamma è riuscita a farmi scendere un pò. Appena la mia testa smette di girare, vedo di scrivere! XDXD
Buona Giornata!

Seya