martedì 9 agosto 2011

La mia povera Londra

Quello che sta accadendo a Londra in questi giorni mi rattrista molto.

Amo Londra molto profondamente perchè come città mi comunica tanta libertà ed individualismo, come persone mi dà un gran senso di diplomazia e ordine, come abitudini mi fa fare grandi risate ma anche mi rilassa molto.
La città è bellissima non solo per i monumenti, i musei e la combinazione tra antico e moderno, ma anche perchè è vivibile.
E' una delle pochissime metropoli, almeno tra quelle che conosco io, in cui si riesce a vivere e si può trovare lavoro.
Se sei eccentrico e fantasioso, non vieni guardato come un pazzo; se hai dei bisogni particolari, troverai altri come te e che ti appoggeranno; se sei solo, non puoi sentirti triste.
E poi ci sono gli inglesi.
Hanno un humour strepitoso e una sofisticatissima capacità di centrare sempre il punto con parole delicate ed eleganti.
L'inglese è così: preciso e ordinato.
Tra gli inglesi è molto facile riuscire a capire chi ha studiato e dove (anche lì i dialetti sono piuttosto prepotenti), chi esce da una famiglia di un certo status e chi invece vive tra i giovani, tra cui spopola lo slang.
E poi l'ordine, la pulizia, i giardini, la metro, gli stand dei kebab...

Potrei andare avanti all'infinito a parlare di Londra ma preferisco riguardare le foto degli ultimi anni in attesa di tornarci a fine Settembre, prima del ritorno sui banchi di scuola..ops! Dell'Università!

Covent Garden 2010


Hyde Park 2010




British Museum 2006

3 commenti:

dario tubiana ha detto...

Londra rimane pur sempre Londra.

Non ci rimane che cercare una sfumatura positiva tra tutti quegl'incendi e tafferugli: un popolo che non accetta supinamente ogni cosa che gli viene dato e imposto dall'alto.
Peccando di etnocentrismo direi che è una qualità quasi rara, oggidì! :)

Neanche mio padre, nativo di Londra, ricorda più in questo modo estasiato la sua città. Bello leggere del tuo incanto.

Un saluto!

seya ha detto...

Sì, infatti la prontezza di reazioni e la velocità di intervento è una delle cose che ho sempre apprezzato degli inglesi!
Diciamo che non accettano a testa bassa tutto quello che accade!

Padre londinese?!!?? WAO!!!!!!

Seya

Amedeo ha detto...

Ecco qui, ho dato spazio ad una nuova cyberamicizia! :D:D