mercoledì 30 aprile 2014

Casting

No, non mi vedrete a Xfactor (anche perchè vi romperei i timpani ancor prima di avvicinarmi al microfono) o a MasterChef (Potrei anche farlo, ma non credo reggerei la pressione e le offese di Bastianich).
Ho fatto un casting per modelle di capelli. In sostanza mi pagano per farmi tingere e tagliare i capelli.

Ora, come voi sapete, io ho un pessimo rapporto con i parrucchieri. Sono talmente affezionata al mio Parrucchiere d'Infanzia che l'idea che qualcun'altro mi metta le mani nei capelli (letteralmente), mi fa un pò impanicare.

La cosa divertente però è ricordare le squinzie le smorfiose che si sono presentate.
Alcune tiratissime, alcune sciattissime, altre più spaventate di me, ma nel complesso tutte molto chic. Io sembravo una monaca paragonata a molte di loro.
Tacchi alti, canotte attillate e trucco ricercato, loro. Felpa calda, raffreddore e scarpe da ginnastica, io.
Sentirle parlare poi, è stato come ricadere al Liceo, quando tutte volevano andare in tv o sfilare per Tizio o Caio, e in sostanza far soldi.
Per loro sfortuna, la selezionatrice era una donna, anche piuttosto tosta, e poco interessata a profili e smorfie.
Cercavano capelli "difficili" da sistemare, non tette sode e tacchi alti. Per fortuna!

Ero divisa tra il desiderio di tornarmene a casa per curare il mio raffreddore (e magari sentire se quelli dello stage sono morti) e la curiosità di restare e vedere come sarebbe andata a finire.

Alla fine ho passato il casting: ho allontanate le smorfiose a suon di fiancate e starnuti.
E così l'11 pomeriggio mi faranno bionda. E mi pagano!

2 commenti:

melchisedec mel ha detto...

Che cosa simpatica, però!

seya ha detto...

Sono molto curiosa!

Seya